Corneto

Un paese all'ombra del suo campanile

Festa dell'agricoltura a Corneto
Centro studi

Cenni storici su Corneto
Immagini di Corneto
Comunicati stampa
Biglietti vincenti della Festa dell'Agricoltura 2014 PDF Stampa E-mail
Lunedì 11 Agosto 2014 00:00

1° premio n. 2919

2° premio n. 5292

3° premio n. 5853

4° premio n. 0741

5° premio n. 0500

6° premio n. 3065

7° premio n. 2607

8° premio n. 2681

9° premio n. 6267

10° premio n. 0552

 

 
Corneto, Ambiente e Cultura PDF Stampa E-mail

Corneto è una località agrituristica nel cuore dell’Appennino tosco-emiliano. Si arriva in paese dalla fondovalle che costeggia il fiume Secchia, sia dalla parte montana di Castelnovo ne’ Monti che dalle città di Reggio Emilia e Modena.
Panoramica aerea della chiesa di Corneto Il paese, a 586 metri sul livello del mare, vive all’ombra dell’elegante campanile seicentesco, opera di artisti locali.
Fa parte del comune di Toano, in provincia di Reggio Emilia, un territorio ricco di un invidiabile patrimonio naturalistico, storico, artistico e culturale ancora in gran parte sconosciuto al grande pubblico, appartenente alle terre della contessa Matilde di Canossa, una delle figure più note del medioevo. In inverno Corneto non  raggiunge i trecento abitanti, ma nel periodo estivo si ripopola con famiglie originarie del luogo, emigrate in città, di turisti e villeggianti.
Si trova scritto in passato con diverse varianti, quali Cornio, Cornè di Secchia o Situla, Corniglio, Cornì de Cavela e Cornito.
Esso è posto in terreno collinare acclive che dal Montecroce declina fino al fiume Secchia, con boschi e terreni coltivi, generosi di foraggi, viti e prati. Nel bosco è molto diffuso l’arbusto del corniolo, in dialetto locale “curna”, che è il primo annuncio di primavera, perché è il primo albero a fiorire con delicati e piccoli fiori gialli che producono una bacca rosso-sangue di bue, matura a fine agosto, ottima per la produzione di liquori e marmellate, molto usati nella tradizione locale.
Probabilmente “Cornè” trae il suo nome proprio dalla piccola bacca del “curna”.

 

Main sponsorships

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Login